Spiritual coaching

…Il vero ascolto va molto a di là della percezione uditiva. E’ il sorgere di un’attenzione vigile, di uno spazio di presenza in cui le parole vengono ricevute… Molto più importante di cosa ascoltare è l’atto dell’ascoltare in se stesso, lo spazio della presenza consapevole che viene in questo ascoltare… l’altra persona non è più “l’altra”. In questo spazio, siete uniti insieme come una sola consapevolezza, una sola coscienza.
Eckhart Tolle, Parole dalla quiete

 

Non c’è tanto da aggiungere alla citazione qui sopra.

Abbiamo tutti un grande bisogno di essere accolti, di trovarci di fronte a qualcuno capace di “scomparire”, dandoci la possibilità di ascoltarci davvero, oppure di fondersi con noi, offrendoci l’opportunità di sentirci totalmente compresi.

Sono una “storyteller” (contastorie). Ascolto volentieri e con piacere e, quando mi è chiesto, racconto la stessa storia che ho ascoltato, ma da un punto nuovo di osservazione, per dare all’altro un’opportunità di vedersi, oltre che di ascoltarsi mentre parla.

Combino sempre una sessione di ascolto, che apre il cuore, con un’applicazione di energia pranica, perché l’energia è potente ed intelligente e guida in modo silenzioso, trasforma, stabilizza.

 

Scrivimi se hai piacere di saperne di più.